Home > Cassette mediche > Pacchetto Medicazione Ricambio Per Cassetta Pronto Soccorso

241e10f6e8062e3d7024226e8393e3afa1494edd
3cfab516ac3ad417eeb23de4bb9ba2155eff1eb0

Pacchetto Medicazione Ricambio Per Cassetta Pronto Soccorso

Pacchetto di medicazione per cassetta di pronto soccorso, adatto per aziende gruppo C con meno di tre lavoratori e per mezzi aziendali.

KIP54

La quantità massima acquistabile per questo prodotto è

Prezzo €10,92 Iva esclusa (Iva 22%) €13,32 Iva inclusa
/

Size
Solo 187 prodotti in stock!
#PACCHETTOMEDICAZIONEDM388allegato2peraziendefinoa2lavoratori

Ecco il contenuto del pacchetto di medicazione per il reintegro della cassetta medica di pronto soccorso, conforme al DM 388 allegato 2, destinato ad aziende di Gruppo C (con meno di tre lavoratori) e tutte le aziende con meno di 3 lavoratori che non rientrano nel Gruppo A:
•Copia D.M. 388 del 15 luglio 2003 (Decreto Ministeriale): Documentazione normativa necessaria.
•Guanti in lattice sterili (2 coppie): Indossati prima di prestare soccorso per proteggere soccorritore e infortunato da infezioni. Da rimuovere con attenzione dopo l'uso.
•Iodopovidone (Flacone da 125 ml): Preparato cutaneo al 10% di iodio. Utilizzato per la disinfezione di lievi ferite e abrasioni.
•Sodio cloruro - 0,9% (Flacone da 250 ml): Soluzione fisiologica salina per il lavaggio delle ferite e detersione degli occhi.
•Compresse di garza (3 da 10 x 10 cm, 1 da 18 x 40 cm): Sterili e singolarmente imbustate, utilizzate per pulire, disinfettare e proteggere ferite.
•Pinzetta sterile uso medicazione: Strumento monouso per maneggiare materiale sterile senza comprometterne la sterilità.
•Sacchetto di cotone idrofilo: Utilizzato per realizzare tamponi assorbenti o per tamponare emorragie.
•Bende in garza orlata (10 x 5 m): Utilizzate per bendaggi, compressione di emorragie o immobilizzazione di arti.
•Scatola di cerotti misure assortite: Cerotti sterilizzati di diverse dimensioni, applicati su ferite di piccola entità.
•Rocchetto di cerotto in tela (2,5 x 5 metri): Usato per fissare medicazioni o bendaggi.
•Forbici punta tonda: Indispensabili per tagliare il necessario per le medicazioni o rimuovere rapidamente gli abiti dell'infortunato.
•Laccio emostatico in lattice: Utile per il controllo di ingenti emorragie, ma deve essere utilizzato solo da personale formato per il primo soccorso.
•Ghiaccio in busta pronto all’uso: Utilizzato in caso di distorsioni, contusioni, amputazioni. Si attiva rompendo il sacchetto e applicandolo con una tasca portaghiaccio o garza.
•Sacchetto per la raccolta di rifiuti sanitari: Utilizzato per la raccolta adeguata di materiale infetto, inclusa la conservazione di eventuali parti amputate.
•Istruzioni per il primo soccorso: Guida rapida sulle procedure di base per il pronto soccorso.
•Cartello adesivo istruzioni di primo soccorso: Segnale visivo per individuare facilmente il luogo della cassetta medica di pronto soccorso.

Ecco ulteriori dettagli sui componenti del pacchetto di medicazione:
•Guanti Sterili: Devono essere indossati prima di prestare soccorso per proteggere sia il soccorritore che l'infortunato da infezioni. Dopo l'utilizzo, vanno rimossi con attenzione per evitare contaminazioni, e si consiglia un accurato lavaggio delle mani.
•Soluzione Fisiologica (Sodio Cloruro 0.9%): Utilizzata per il lavaggio delle ferite, la detersione degli occhi o per eliminare corpi estranei. È anche utile nelle ustioni chimiche per diluire sostanze corrosive. Una volta aperto, il flacone non è più utilizzabile.
•Soluzione Cutanea al 10% di Iodio: Utilizzata per disinfettare lievi ferite, punture di insetto, abrasioni ed escoriazioni. Prima della disinfezione, detergere la lesione con soluzione fisiologica salina o acqua potabile. Si applica intorno alla ferita con l'ausilio di una garza sterile.
•Compresse di Garza Sterile: Usate per pulire, disinfettare e proteggere ferite. Si applicano sulla ferita e vanno fissate con un cerotto o una benda. È importante mantenere la sterilità, utilizzando pinze sterili monouso e evitando di toccare la parte della garza che va a contatto con la ferita.
•Pinzetta da Medicazione Sterile Pronta all'Uso: Utilizzata per rimuovere piccoli corpi estranei e maneggiare materiale sterile. Deve essere impugnata dal lato saldato, evitando il contatto con le estremità per mantenere la sterilità.
•Cotone Idrofilo: Utilizzato in caso di abbondante perdita di sangue insieme a garze sterili. Non va applicato direttamente sulla ferita per evitare residui. Ha diverse applicazioni, come tamponcini assorbenti, protezioni per medicazioni esistenti o tamponi nasali.
•Cerotti Medicati: Cerottini di uso comune già in confezione sterile, applicati direttamente su ferite e abrasioni. Si applicano su pelle pulita e asciutta dopo la disinfezione.
•Cerotto Alto cm 2,5: Usato per bloccare garze di medicazioni o estremità di bendaggi. Non va applicato direttamente sulla ferita, evitando giri completi e serrati intorno agli arti per non bloccare la circolazione sanguigna.
•Benda Orlata: Benda in cotone che non si sfilaccia, utilizzata per bendaggi di medicazioni complesse, compressione di emorragie persistenti o immobilizzazioni di arti traumatizzati.
•Forbici: Strumento versatile per tagliare cerotti, bendaggi, reti tubolari elastiche, abiti. Nelle ustioni chimiche, sono utili per rimuovere rapidamente i vestiti impregnati.
•Laccio Emostatico: Utilizzato da personale qualificato per il controllo dell'emorragia. Va applicato a monte della ferita e il più vicino possibile alla radice degli arti, mai al di sotto del ginocchio o del gomito. Deve essere utilizzato solo in casi estremi.
•Ghiaccio Pronto all'Uso: Attivato con un colpo secco e deciso, viene utilizzato per distorsioni, contusioni, amputazioni. Va applicato interponendo una garza tra la busta e la parte interessata, senza metterlo direttamente sulla parte amputata.
•Sacchetto Monouso per Raccolta di Rifiuti Sanitari: Utilizzato per raccogliere materiale infettato e può essere utilizzato anche per contenere parti amputate.
Questi componenti forniscono un kit completo per il pronto soccorso, coprendo una vasta gamma di situazioni di emergenza sul luogo di lavoro.


#PACCHETTOMEDICAZIONEDM388allegato2peraziendefinoa2lavoratori

Pacchetto di medicazione per reintegro cassetta medica di pronto soccorso, adatto per aziende  gruppo C (con meno di tre lavoratori) che non rientrano nel gruppo A.

Le dimensioni esterne sono mm 240x210x95h, il peso è kg 0,90

Il pacchetto di medicazione ha il contenuto conforme al DM 388 allegato 2 secondo quanto previsto dalle normative vigenti sulla sicurezza dei luoghi di lavoro (Decreto ministeriale 388 del 15 luglio 2003 e Decreto legislativo 81 del 09 aprile 2008) per aziende di gruppo C e tutte le aziende con meno di 3 lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Contenuto del pacchetto di medicazione

  • 1 Copia D.M. 388 del 15luglio 2003 (Decreto Ministeriale)
  • 2 coppie guanti in lattice sterili
  • 1 Flacone da 125 ml di iodopovidone (preparato cutaneo al 10% di iodio) *
  • 1 Flacone da 250 ml di sodio cloruro - 0, 9% (soluzione fisiologica salina per il lavaggio delle ferite)
  • 3 Compresse di garza cm 10 x 10 (sterili ed imbustate singolarmente)
  • 1 Compressa di garza cm 18 x 40 (sterile ed imbustata singolarmente)
  • 1 Pinzetta sterile uso medicazione pronta all’uso
  • 1 Sacchetto di cotone idrofilo
  • 1 Bende in garza orlata cm 10 x 5 m
  • 1 Scatola di cerotti misure assortite pronti all’uso
  • 1 Rocchetto di cerotto in tela cm 2,5 x 5 metri
  • 1 paio di forbici punta tonda
  • 1 Laccio emostatico in lattice
  • 1 Ghiaccio in busta pronta all’uso
  • 1 Sacchetto per la raccolta di rifiuti sanitari
  • 1 Istruzioni per il primo soccorso
  • 1 Cartello adesivo istruzioni di primo soccorso

 

- guanti sterili: I guanti devono essere indossati prima di prestare i soccorsi. Proteggono sia il soccorritore che l’infortunato da infezioni e dalla la trasmissione di microrganismi patogeni. Vanno rimossi dopo l’utilizzo e non devono essere riutilizzati, sfilando i guanti siate molto attenti a non contaminarvi.
Dopo aver rimosso i guanti è consigliato un lavaggio accurato delle mani in quanto possono presentare difetti non visibili o lacerarsi durante l’uso.
 
- Soluzione fisiologica (sodio cloruro 0.9 %) : Per il lavaggio delle ferite, in caso di contaminazioni agli occhi o per eliminarne i corpi corpi estranei. Nelle ustioni chimiche è utile per diluire la sostanza corrosiva. Una volta aperto, il flacone non è più utilizzabile.
 
- soluzione cutanea al 10% di iodio: Per disinfettare lievi ferite, punture di insetto, abrasioni ed escoriazioni. Prima della disinfezione della ferita detergere la lesione con soluzione fisiologica salina o in alternativa acqua potabile. La soluzione cutanea si applica intorno alla ferita utilizzando una garza sterile.
 
- compresse di garza sterili: Per pulire, disinfettare e proteggere le ferite e come supporto a disinfettanti o cicatrizzanti. Per la protezione delle ferite applicare la garza sulla ferita e fissare del cerotto o con una benda. È importante che la zona della garza che andrà a contatto con la ferita non venga toccata. Per un corretto utilizzo di questi presidi va mantenuta la loro sterilità, per la loro manipolazione utilizzare delle pinze sterili monouso. Aperta la confezione, la garza perde la propria sterilità, non utilizzare la garza residua per ulteriori applicazioni.
 
 - pinzetta da medicazione sterile pronta all'uso: La pinzetta sterile monouso si utilizza in primo soccorso per la rimozione di corpi estranei di piccola entità e per maneggiare il  materiale sterile che non deve entrare in contatto con le mani. La pinza va impugnata dal lato in cui essa è saldata e non toccata alle estremità che non devono perdere la loro sterilità.

- cotone idrofilo: Utilizzatelo in caso di perdita abbondante di sangue insieme alla garza sterile. Non usatelo direttamente sulla ferita in quanto potrebbe lasciare residui. Gli utilizzi del cotone idrofilo sono molteplici (tamponcini assorbenti per il disinfettante, protezioni alle medicazioni esistenti, tamponi nasali, ...)
 
- cerotti medicati: Cerottini di uso comune, si trovano già in confezione sterile, in diverse misure. Vanno applicati direttamente sulle ferite e lievi abrasioni. L’applicazione deve avvenire su cute asciutta e dopo disinfettato e pulito la ferita compresa l’area circostante.

- cerotto alto cm 2,5: Si usa generalmente per bloccare le garze di una medicazione o le estremità di un bendaggio, non va mai applicato direttamente sulla ferita. Evitate di fare un giro completo e serrato del cerotto intorno agli arti (potrebbe bloccare la circolazione sanguigna)
 
- benda orlata: Benda in cotone che non si sfilaccia (onde evitare di lasciare residui sulla ferita) e che presenta diverse possibilità d'impiego. Gli utilizzi più diffusi sono: 1) bendaggio di medicazioni complesse; 2) bendaggio compressivo nei casi di emorragie persistenti; 3) per immobilizzazioni estemporanee di arti traumatizzati, avvolgetela intorno all'arto ed alla stecca per fratture.

- forbici: Hanno diverse possibilità d'impiego, si possono utilizzare per tagliare cerotti, bendaggi, reti tubolari elastiche, per tagliare gli abiti, nei traumi sono utili per verificare la presenza di ferite sotto i vestiti, nelle ustioni chimiche si utilizzano per eliminare velocemente i vestiti impregnati.

- laccio emostatico: è molto importante avere nel proprio presidio medico un laccio di tipo emostatico ‘arterioso’, va usato per il controllo dell’emorragia di un arto.“va usato da personale qualificato ed adeguatamente formato e soltanto in casi estremi, bloccando completamente la circolazione, l’arto va in sofferenza, con il rischio di cancrena”
Ecco alcune brevi istruzioni:  “stringetelo fino all’arresto del sanguinamento e non oltre, annotate l’ora dell’applicazione; rimuovere o allentare il laccio emostatico è pericoloso (perché potrebbero liberarsi in circolo coaguli, con consequenziale rischio di ostruzione di vasi sanguigni); Il laccio emostatico va applicato a monte della ferita ed il più vicino possibile alla radice degli arti; mai al di sotto del ginocchio o del gomito”;
- ghiaccio pronto all’uso: va utilizzato in caso di distorsioni, contusioni, amputazioni, punture di insetto. Si attiva dando un colpo secco e deciso al centro della busta in modo da ottenere la rottura del sacchettino d’acqua contenuto al suo interno, agitate la confezione ed otterrete un freddo immediato. Interponete una garza tra la busta e la parte interessata, all’occorrenza fissare la confezione con una fascia oppure utilizzate una tasca portaghiaccio in TNT. Non applicate la busta direttamente sulla parte amputata.

- sacchetto monouso per raccolta di rifiuti sanitari: per raccogliere il materiale infettato. Può essere usato per contenere eventuali amputazioni. 

Potresti essere interessato anche a: